Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Carta d’Identità Elettronica (CIE)

A partire dal 15 maggio 2024, prende il via presso il Consolato Generale d’Italia a Toronto il servizio sperimentale di rilascio C.I.E. – Carta d’Identità Elettronica, esclusivamente per i cittadini italiani iscritti in AIRE presso questa circoscrizione consolare.

Poiché il servizio è in fase sperimentale, gli appuntamenti disponibili sono limitati.

Il calendario è prenotabile tramite il portale Prenot@mi.

PRIMA di prenotare un appuntamento tramite il portale Prenot@mi, assicurarsi di leggere attentamente tutte le informazioni riportate di seguito.

ATTENZIONE, la CIE non viene rilasciata a vista il giorno dell’appuntamento e non è emessa dal Consolato, ma dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato (IPZS), in Italia. L’IPZS, ricevuta la domanda di rilascio CIE, provvede a spedire via posta la CIE direttamente all’indirizzo indicato dal richiedente.

1. CHE COS’E’ C.I.E.?

CIE è la Carta d’Identità Elettronica, che ha sostituito la precedente carta d’identità cartacea.
La CIE contiene i dati biometrici del titolare (foto, impronte digitali, firma). Si tratta di un documento d’identità che consente una maggiore fruibilità dei servizi online offerti dalla Pubblica Amministrazione italiana. La CIE può essere utilizzata per viaggiare solo negli Stati membri dell’Unione Europea, in alcuni Stati Schengen non UE e altri Stati con i quali siano in vigore accordi bilaterali. Per viaggiare dal Canada all’Italia è necessario possedere un passaporto. Per informazioni sui documenti richiesti per viaggiare all’estero, consultare https://www.viaggiaresicuri.it

2. A CHI E’ RIVOLTO IL SERVIZIO CIE PRESSO IL CONSOLATO DI TORONTO?

Il servizio è rivolto solo a:

  • Cittadini italiani che siano anche
  • Iscritti AIRE nella circoscrizione di Toronto (la provincia dell’Ontario, eccettuata la città di Ottawa e la Regione dell’Outaouais, le contee di Carleton, Dundas, Glengarry, Grenville, Prescott, Russel e Stormont ricadenti nella circoscrizione dell’Ambasciata d’Italia a Ottawa, la provincia del Manitoba; i Territori del Nord-Ovest).

Se non si è iscritti AIRE a Toronto, è necessario rivolgersi all’Ambasciata o al Consolato italiano competente per territorio.

Se si è residenti nella circoscrizione di Toronto ma non si è iscritti AIRE, è necessario presentare domanda d’iscrizione tramite FAST-IT.

Prima dell’appuntamento, il Consolato deve verificare l’avvenuta trascrizione in Italia dell’atto di nascita del richiedente e verificare che lo stato civile  sia aggiornato. In caso di mancata trascrizione dell’atto di nascita o di mancato aggiornamento della posizione di stato civile , l’appuntamento potrebbe non essere confermato e potranno essere fornite all’utente ulteriori indicazioni. Per informazioni su come richiedere la trascrizione degli atti di stato civile in Italia, tramite il Consolato, cliccare qui.

3. COME PRENOTARE UN APPUNTAMENTO? 

È necessario collegarsi al portale Prenot@mi, selezionare il calendario relativo al servizio carte d’identità (non ancora disponibile) e seguire le istruzioni. Per informazioni sul funzionamento di Prenot@mi e accesso al portale, cliccare qui.


ATTENZIONE: il servizio CIE è in fase sperimentale. Gli appuntamenti disponibili sono in numero limitato.  Poiché l’iter di verifica della richiesta (punto 2) viene avviato prima del giorno effettivo dell’appuntamento in Consolato, si raccomanda agli utenti di prenotare l’appuntamento con almeno 15 giorni di anticipo.  Ad esempio, se mi collego al portale il 1 giugno, dovrò selezionare un appuntamento dopo il 15 giugno.


4. COSA MI SERVE IL GIORNO DELL’APPUNTAMENTO?

  • Una fototessera recente formato passaporto: frontale, a colori, formato tessera 35X45 mm (la lunghezza dell’immagine del viso, dal mento alla sommità della testa, deve essere da 32 a 35 mm)– Cliccare qui per lo Specimen (nota bene: lo sfondo della foto deve essere bianco o comunque chiaro e in tinta unita).;
  • Documento di riconoscimento italiano (passaporto), anche se scaduto;
  • Precedente Carta d’Identità (anche cartacea), se disponibile;
  • Solo in caso di precedente CIE smarrita o rubata: denuncia di smarrimento o furto (ATTENZIONE: l’interessato, prima di presentare denuncia al Consolato, dovrà avere presentato denuncia per furto/smarrimento CIE anche presso le autorità locali di polizia e attestarlo con ricevuta o presentarne copia al Consolato, in aggiunta al modulo qui disponibile);
  • Solo in caso di richiesta per minori, presenza di entrambi i genitori o atto di assenso (modello) per genitore/genitori non presenti (vedere punto 11 per maggiori informazioni);
  • Diritti consolari, da pagare con carta di debito canadese (no carte italiane, no carte di credito, no pagamenti digitali), o in contanti, o con money order/bank draft intestato a a Consulate General of Italy in Toronto per l’importo di:

 ◊CA$ 33,00 se si tratta di primo rilascio o C.I.E. in scadenza

◊CA$ 41,00 se si deve richiedere un duplicato in caso di furto o smarrimento

Attenzione, gli importi indicati potranno subire variazioni trimestrali. Si raccomanda di consultare sempre la Tariffa Consolare vigente.

5. COSA ASPETTARSI IL GIORNO DELL’APPUNTAMENTO?

Il giorno dell’appuntamento, è necessario recarsi di persona in Consolato. L’operatore consolare acquisirà foto, impronte digitali, firma del richiedente, tariffa consolare dovuta, e stamperà il modulo di domanda in duplice copia, una per gli atti e una da consegnare al richiedente, come ricevuta.

Nel caso di richiesta di CIE per minore, la presenza del minore è sempre necessaria anche se, al di sotto dei 12 anni di età, non vengono acquisite le impronte digitali.

6. MODALITA’ DI CONSEGNA DELLA CIE

L’attività del Consolato si conclude all’atto dell’invio telematico della pratica all’Ente italiano competente (IPZS). La richiesta di CIE viene quindi presa in carico dall’IPZS, che procede all’emissione del documento e alla spedizione a mezzo posta raccomandata all’indirizzo di residenza o recapito indicato dal richiedente all’atto della presentazione della domanda. Il numero della spedizione, che ne consente la tracciabilità a cura dell’utente, è stampato sul modulo di domanda (punto 5).

I tempi di consegna variano a seconda dell’indirizzo e, in media, richiedono almeno cinque settimane.

Se la consegna non va a buon fine, il plico viene rispedito in Italia, presso l’Ente emittente.

Si raccomanda di fornire un indirizzo di recapito corretto e di monitorare con attenzione lo stato della spedizione.


ATTENZIONE: L’utente deve conservare con cura il modulo di domanda consegnato per ricevuta e contenente il numero di spedizione della CIE. L’utente può ottenere informazioni sullo stato della spedizione solo tramite il numero indicato sul modulo. Il Consolato non dispone di informazioni in merito alla spedizione della CIE, in quanto non ne è responsabile.


7. PER QUANTO TEMPO E’ VALIDA LA CIE?

La validità della carta d’identità varia a seconda dell’età del titolare ed è di:

– 3 anni di validità per i minori di età compresa tra 0 e 3 anni;
– 5 anni di validità per i minori di età compresa tra 4 e 17 anni;
– 10 anni di validità per maggiorenni.

8. DEVO CHIEDERE UNA NUOVA CIE SE CAMBIO INDIRIZZO? 

No. La carta d’identità è un documento di identità e non di residenza.

9. LA DONNA SPOSATA PUO’ CHIEDERE IL RILASCIO DELLA CIE CON IL COGNOME DEL MARITO? 

No. La carta d’identità è un documento di identità e le cittadine italiane, anche se sposate, devono sempre utilizzare il cognome da nubile.

10. POSSO CHIEDERE LA CARTA D’IDENTITA’ AL MIO COMUNE IN ITALIA, ANCHE SE RESIDENTE ALL’ESTERO? 

Si prega di verificare direttamente con il Comune.

11. CHE COS’E’ L’ATTO DI ASSENSO

L’assenso per il rilascio della carta di identità per minorenni è sempre necessario, anche in caso di genitori non sposati, separati o divorziati.
Se l’altro genitore è un cittadino comunitario, non è necessaria la presenza in Consolato dello stesso. Sarà sufficiente il modulo compilato e firmato insieme ad una fotocopia del passaporto o carta d’identità di chi concede l’assenso, per il confronto delle firme.
Se il genitore che concede l’assenso non è cittadino UE – come i cittadini canadesi – deve invece firmare la dichiarazione di assenso in una delle seguenti modalità:

  • Presso il Consolato Generale di Toronto il giorno dell’appuntamento, munito di documento di identità;
  • presso un qualsiasi notaio canadese. La dichiarazione autenticata dal notaio dovrà poi essere apostillata.
  • Se il genitore che deve fornire l’assenso si trova presso un altro distretto consolare in Canada o in un Paese terzo, presso un funzionario della competente Ambasciata o Consolato italiano.

In caso di decesso di uno dei genitori occorre presentare una copia del certificato di morte.

Nel caso in cui non sia possibile per il genitore richiedente ottenere l’assenso dell’altro genitore, dovrà essere presentata istanza al Giudice Tutelare.

12. All’atto della presentazione della domanda per la CIE, posso esprimere il consenso o il diniego alla donazione di organi e tessuti, come avviene in Italia?

No, il connazionale iscritto all’AIRE non ha la possibilità di esprimere il consenso ovvero il diniego alla donazione di organi e tessuti presso il proprio ufficio consolare di riferimento, in considerazione della norma che prevede la cancellazione dal Servizio Sanitario Nazionale per tutti i residenti all’estero.

13. Come attivo CIE per l’accesso ai portali della Pubblica Amministrazione?

La Carta d’Identità Elettronica, oltre ad essere un documento di identità, fornisce al titolare delle credenziali digitali di livello 1, livello 2 e livello 3, utilizzabili per accedere, ad esempio, ai portali di servizi della Pubblica Amministrazione.

Per prima cosa, custodisci con cura il modulo di domanda che l’Ufficio Consolare ti consegnerà come ricevuta, sul quale è riportato il tracking number della raccomandata con cui ti verrà spedita la CIE. Su quello stesso modulo, sono indicati una parte dei PIN e PUK collegati alla tua CIE.

Le credenziali di livello 1 e 2 associate alla CIE devono essere attivate dal connazionale. Per farlo, il connazionale deve innanzitutto avere indicato, in fase di richiesta CIE, un recapito telefonico mobile (cellulare), sul quale verrà recapitata una OTP (password temporanea). In caso di problemi tecnici del gestore telefonico (mancato recapito del messaggio di testo contenente l’OTP), il connazionale può comunque utilizzare le credenziali di livello 3, per le quali non è necessario procedere all’attivazione ma è necessario effettuare l’associazione della CIE allo smartphone del titolare, tramite l’App CieID.

Entra con CIE – Livelli 1 e 2 – Carta di Identità Elettronica (CIE) (interno.gov.it)

Entra con CIE Livello 3 – Carta di Identità Elettronica (CIE) (interno.gov.it)

Ogni segnalazione di problemi di ricezione dell’SMS contenente l’OTP può essere rivolta direttamente dal connazionale all’assistenza dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato (IPZS):

Email cie.cittadini@interno.it;

Telefono: +39 06 42985699

Il Consolato non può assistere in alcun modo i connazionali per problemi relativi all’attivazione delle credenziali CIE.

In caso di necessità di recupero del codice PUK, consultare: Come recuperare il PUK della Carta di Identità Elettronica (CIE) – Carta di Identità Elettronica (CIE) (interno.gov.it)